I NOSTRI OBIETTIVI

Un modo giovane e dinamico, di "fare subacquea", un'aria di innovazione che poggia su basi antiche con particolare attenzione al futuro di un mondo affascinante, un'esperienza da condividere con altri appassionati della "vita sommersa". Una formazione non limitata a "moduli didattici", ma un coinvolgimento del brevettato dSI per rendendolo parte attiva del progetto stesso attraverso un continuo scambio di esperienze.


Dal 2009 DSI entra in ASI-CMAS e diventa Centro Formazione Istruttori ASI-CMAS; la nostra "filosofia" non Ŕ cambiata. La possibilitÓ di rilasciare brevetti ASI-CMAS Ŕ solo una ulteriore conferma del nostro percorso.


LA NOSTRA STORIA

dSI., didattica Subacquea Italiana, è una libera associazione che si occupa di subacquea con ARA, Nitrox e Tecnica con caratteristiche che la distinguono in modo particolare. Nasce nel 2001 a Piacenza, in Italia, da un'idea di un gruppo di istruttori, ed appassionati di subacquea, che pensavano ad una preparazione più "globale" e meno commerciale nei corsi sub. dSI si affaccia su un mercato saturo di agenzie che propongono decine di alternative, ma nessuna, al pari di dSI, propone corsi integrati e livelli di preparazione tecnica e teorica altrettanto completi. Il sistema di insegnamento risulta piuttosto rivoluzionario: pochi livelli ma completi di parti che, normalmente, vengono proposte in alternativa o in sessioni separate. Quindi la volontà di preparare subacquei coscienti ed autonomi fin dai primi livelli, lezioni di meteorologia, tecnica di navigazione ed attracco con imbarcazioni, muta stagna e nitrox, corso di primo soccorso integrato nel livello "sommozzatore" e corso di salvamento ed autosalvamento in acqua integrato nel corso "guida" così come le basi di biologia e ossigenoterapia normobarica. Tutto questo a favore di una ampia preparazione tecnica e pratica del subacqueo. L'immersione profonda ad aria (-50 mt), che trova la sua apertura già dal 2001, non ha mutato l'impostazione didattica primaria: dSI continua a considerare fondamentale la preparazione del sub in Aria, piattaforma di base su cui aggiungere tutto il resto.

Il -50 ARA è un corso preparatorio generale alle immersioni profonde, viene usata l'aria semplicemente perché è la miscela che mette più in evidenza tutte le problematiche dell'immersione profonda e dunque richiede maggiore attenzione e condizionamento

La formazione didattica tecnica di dSI è infatti volta a costruire prima un subacqueo attento alle proprie condizioni ed alle "sensazioni di risposta" del proprio corpo durante le immersioni, implementando tecniche accessorie, sullo stesso, solo quando il subacqueo dimostra di aver acquisito tutte le capacità indispensabili a gestire immersioni più impegnative e con profondità maggiori.
Il corso di "decompressione ad aria arricchita" diventa un passo irrinunciabile per conseguire tutte quelle conoscenze che un subacqueo, secondo dSI, deve possedere.

Con queste metodologie di insegnamento si potrà vedere l'evoluzione del subacqueo e la sua capacità di affrontare, per prevenirli, tutti gli inconvenienti riscontrabili in una immersione sportiva; il conoscere le tecniche e le soluzioni da adottare a profondità "interessanti" aumenteranno la sicurezza e la consapevolezza delle capacità propriocettive del subacqueo stesso.
Nella stesura dei moduli didattici, dSI ha collegato le novità odierne a quanto considera un irrinunciabile insegnamento del passato, le basi estremamente valide ed efficienti sono state riviste ed adattate ai tempi senza sminuirne l'importanza ma esaltandole come basi solide su cui costruire la formazione tecnica, fisica e mentale del sub.

dSI si rivela all'avanguardia ma al tempo stesso tradizionale e purista; le qualifiche d'insegnamento limitano a tre livelli: un aiuto istruttore / guida e due livelli di istruttore. Limitate anche il numero delle specialità, quelle considerate "essenziali" (primo soccorso, salvamento, biologia, ossigenoterapia) sono inserite nel livelli didattici; quelle considerate "complementari" come Nitrox, Muta Stagna, Profonda, Caverna, Sistemi di comunicazione subacquea, Fotografia e Attrezzatura (tra cui il manuale HUB(R) MARES) vengono proposte con corsi specifici, alcuni dei quali già accessibili dai primi livelli di apprendimento.
Con questo dSI presenta un percorso didattico globale senza mescolare le conoscenze specifiche; ogni argomento viene introdotto, proposto o consentito solo nel momento in cui l'istruttore, che per dSI è il fulcro dell'apprendimento, ritiene di poter condurre l'allievo al massimo livello di conoscenza. In questo modo si evitano frammentazioni dell'apprendimento, sovrapposizioni di lezioni, inutili ripetizioni di argomenti e, non trascurabile per l'allievo, un notevole risparmio economico a fronte di una completa ed esaustiva preparazione.

La preparazione selettiva e specifica degli istruttori, permette a dSI di demandare a questi l'impegno all'insegnamento delle tecniche subacquee in modo estremamente raffinato e con metodologie all'avanguardia. Le regole dettate da dSI garantiscono un elevato livello di sicurezza per l'allievo, gli aiuti e gli stessi istruttori. Prerogativa primaria per dSI è il sistema di formazione degli Istruttori, dSI riserva grande importanza e queste figure chiedendo non solo una elevatissima preparazione sotto l'aspetto didattico, ma anche una completa ed attenta conoscenza dell'aspetto sicurezza.
A tal proposito la strategia dSI è quella di portare i corsi Istruttori "sul campo", questo per ottenere il massimo risultato formativo e valutativo. I corsi Istruttori, i Crossover e le specialità dSI, consistono nel vero e proprio insegnamento da parte del candidato ad una commissione di valutazione. Il "candidato istruttore" deve gestire integralmente e autonomamente (sia la parte teorica che quella pratica) dimostrando di aver assimilato le procedure richieste da dSI per il proprio percorso didattico.
Con l'intenzione di accrescere, dove si presentasse la necessità, la preparazione teorica, pratica e comunicativa del candidato istruttore, sono previsti veri e propri "affiancamenti" in corsi reali.

I vantaggi di questo sistema di formazione sono considerevoli, il candidato istruttore ha la possibilità di partecipare ad un corso, non simulato, viene indirizzato, corretto e valutato in situazioni reali.

In questo modo dSI è garante dei propri istruttori che, preparati ad affrontare corsi in piena autonomia, riporranno in se stessi maggior fiducia.
In tali condizioni non esiste, di fatto, il "primo corso da soli" ma si partirà immediatamente ... dal secondo!
La formazione degli istruttori subacquei non può essere limitata ad una semplice spiegazione teorica delle metodologie didattiche e ad un paio di immersioni ricreative; la formazione dell'istruttore deve essere differente dal corso per "subacquei" o "sommozzatori", occorre puntare molto sul "pratico reale" proprio per mettere il candidato istruttore nelle condizioni di poter svolgere al meglio il cammino di istruzione e valutazione dei propri futuri allievi.
La formazione dell'istruttore dSI è attentamente seguita e coordinata, questo permette a dSI di consentire a chiunque di accedere al proprio corso istruttori, indipendentemente dal brevetto, di aiuto-istruttore o istruttore, posseduto. La metodologia dSI colma le eventuali lacune, dove necessario, e convalida le certezze là dove esistano. Grazie a questa metodologia di "affiancamento" è possibile, per chi abbia la disponibilità di tempo necessaria, concatenare più livelli di apprendimento che vengono attentamente, direttamente e con continuità valutati e coordinati da un istruttore/valutatore.

dSI è tra le poche didattiche subacquee a consentire l'accesso ai corsi di muta stagna e nitrox fin dai livelli base, ad ad aver integrato i corsi, ed i livelli, puntando su una completa ed esaustiva formazione, del sub, puntando sulla conoscenza come presa di coscienza della materia e conseguente innalzamento dei livelli di sicurezza intrinseci.

....dSI, la storia continua!